Associazione culturale Arte in Musica

 


 Chi siamoAttivitàFotogalleryLocandineContattiEventi 2014


Chi siamo

L’associazione "Arte in Musica" nasce nel 2000 fondata dai Prof Antonio Mura e Ugo Spanu, docenti rispettivamente delle cattedre di Tromba e di Organo del Conservatorio “L. Canepa” di Sassari allo scopo di diffondere ed ampliare la conoscenza della cultura musicale, letteraria e artistica in genere e della tradizione ed il patrimonio culturale della Sardegna.

L’Associazione non ha scopo di lucro e si propone come mezzo di incontro ed aggregazione, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e di crescita umana e civile, trasmettendo l’interesse per la cultura musicale ed artistica come patrimonio per la persona e come valore sociale.

In ordine ad un intervento di promozione culturale, l’Associazione si prefigge, sin dalla nascita, il conseguimento dei seguenti obiettivi posti a fondamento del proprio Statuto:

  • organizzare concerti e manifestazioni musicali di vario genere;

  • stimolare e promuovere la costituzione di gruppi vocali e strumentali, cameristici e/o corali e orchestrali;

  • istituire corsi permanenti di formazione musicale, sia con indirizzo amatoriale che professionale, che abbraccino diverse discipline, al fine di divulgare una corretta educazione musicale;

  • promuovere ricerche teorico musicologiche (storico-musicali, etnomusicologiche, organologiche, sociologico-musicali, etc.), ricerche d’estetica musicale ed estetica generale, nonché tutte quelle ricerche critico-filosofiche che abbiano attinenza con le problematiche musicali e, più in generale, artistiche;

  • stimolare e organizzare manifestazioni culturali e artistiche di vario genere (conferenze scientifiche, letterarie, filosofiche, storiche, sociologiche, proiezioni di films, organizzazione di mostre d’arti figurative, organizzazione di spettacoli teatrali, etc.), anche non direttamente attinenti alla musica, le quali possano, però, avere una ricaduta positiva sulla ricerca e sul pensiero musicale;

  • diffondere, con qualsiasi mezzo, gli esiti dell’attività di cui ai punti precedenti, ed in particolare pubblicare studi e lavori musicologici, atti, documenti e traduzioni.

 

L’Associazione “Arte in  Musica” inizia la propria attività nell’anno 2000 organizzando delle coproduzioni per la realizzazione di concerti e conferenze con varie  associazioni musicali quali: Coro Polifonico Algherese, Associazione Musicale Ellipsis, Ente musicale Antonio Vivaldi ecc. e con varie Amministrazioni Comunali: Sassari, Pattada, Alghero, Sorso, Porto Torres ecc. In particolare organizza una serie di concerti per organo, strumenti e voci, tesi a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza ed il valore del patrimonio strumentale della Sardegna.

 

Nel 2003, grazie a quest’opera di sensibilizzazione, ottiene in collaborazione con il Coro Polifonico Algherese il contributo della Diocesi di Alghero Bosa per il restauro del prestigioso organo Mascioni della Cattedrale di Alghero che viene inaugurato lo stesso anno con la I Rassegna Internazionale di Musica Organistica, appuntamento che viene riproposto annualmente ancora oggi e che ha acquisito sempre più prestigio, portando in Sardegna musicisti di fama internazionale e riservando inoltre sempre uno spazio ai giovani talenti del territorio.

 

Negli anni successivi, oltre all’organizzazione di concerti solistici, da camera e coproduzioni per la realizzazione di concerti sinfonico-corali, un attenzione particolare è riservata anche alla didattica musicale quale elemento di formazione e crescita per i giovani tramite l’organizzazione di vari corsi di perfezionamento e master class  in collaborazione con varie associazioni musicali, cori polifonici, bande musicali e con i Conservatori di Musica di Sassari e Cagliari. I Master Class organizzati dall’associazione hanno offerto la possibilità a gli studenti provenienti da tutta la Sardegna di perfezionarsi con docenti quali: Luca Benucci (primo corno dell’orchestra del Maggio fiorentino), Davide Simoncini (prima tromba del teatro dell’opera di Roma), Dale Clavinger (primo corno della Chicago Simphony), Andrea Conti (primo corno dell’Accademia di S. Cecilia Roma), Gene Pokorny (basso tuba  della Chicago Simphony) Jeans Lindmann (prima tromba Canadian Brass), Andreas Neufel (primo violino dei Berliner Philarmoniker), David Short (ex prima tromba RAI Roma).

 

Nell’anno 2009 l’associazione “Arte in Musica” in Collaborazione con Il Conservatorio di Musica di Sassari organizza lo spettacolo “Le Faville di Prometeo”, azione scenica per quattro soprani, pianoforte, clavicembalo, flauto, due cori e voce recitante.

Lo spettacolo, scenicamente molto articolato si è avvalso della  collaborazione di Enrico Fauro, che ne ha elaborato la regia tenendo conto dell’organico previsto dal copione. La scenografia ed i costumi sono stati a cura dell’associazione teatrale AnalfabElfica di Alghero.

Il progetto nasce da un progetto della Docente del corso di Storia della Musica (Biennio specialistico) Lara Sonja Uras. Visto un profondo interesse verso la musica vocale da camera in lingua italiana nato a seguito di un corso monografico dedicato alla lirica da camera italiana, ancora oggi poco eseguita, è nata quindi l’idea di una rappresentazione teatrale di brani di questo repertorio.

Si è individuato nei Sonetti delle fate di Gian Francesco Malipiero – scritto esattamente un secolo fa – un testo musicale di estremo interesse storico, letterario e musicale. Le caratteristiche del ciclo compositivo che ne fanno un interessante oggetto d’esecuzione e di studio sono molteplici. Si tratta dell’opera che prelude all’importante collaborazione fra d’Annunzio e Malipiero, il suo testo letterario è ricco di riferimenti colti (da De Montalvo a Shakespeare, da Bernardo Tasso a Flaubert e Lorrain), la sua scrittura musicale assai fantasiosa tratta con estrema libertà le conquiste espressive dei compositori di fine secolo sia di scuola francese che tedesca.

Il progetto ha previsto la messa in scena e l’esecuzione di alcune composizioni che si sono rivelate esperienze fondamentali nell’ambito dell’evoluzione della musica vocale e strumentale del primo Novecento, indagandone le relazioni sinestetiche con altri ambiti dell’esperienza artistica delle avanguardie storiche senza però trascurare la musica antica che proprio in questo periodo veniva riscoperta e riproposta al pubblico grazie anche al lavoro di ricerca dello stesso Malipiero.

Lo spettacolo è stato preceduto da una conferenza su ”la lirica da camera su testi dannunziani” in cui si è approfondito lo studio di questi testi musicali e poetici; in tal modo si è voluto offrire al pubblico gli strumenti necessari per la comprensione di questo specifico repertorio. Lo studio della prassi esecutiva è stato quindi affiancato ed integrato dall’analisi del testo poetico e di quello musicale.

Tali approfondimenti sono stati curati da docenti di diverse discipline del Conservatorio di Sassari (Canto, Composizione, Armonia, Storia della musica), al fine di poter fornire al pubblico elementi di riflessione.

Lo spettacolo è stato rappresentato negli anni seguenti in varie località tra cui: Sassari, presso la Sala Sassu del Conservatorio “L.Canepa” ed Alghero, presso chiostro di S. Francesco.

Negli anni successivi, oltre alla regolare attività concertistica, l’Associazione, coinvolgendo docenti del conservatorio, musicologi, compositori e strumentisti realizza vari cicli di conferenze-concerto  basate su vari soggetti di interesse comune: “Il recupero della musica antica come contributo al processo di unificazione dell’Italia”( per i 150 anni dell’unificazione d’Italia) e  “Le donne e la musica nel primo novecento italiano”, Nell’anno 2012 in occasione di Sa Die de sa Sardigna l’Associazione ha collaborato alla realizzazione della manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura, Istruzione e Beni Culturali della R.A.S. curando il coordinamento artistico degli eventi realizzati in collaborazione con  i Conservatori di Sassari e Cagliari rispettivamente presso il Teatro Verdi il 28/04/12  e l’Auditorium del Conservatorio il 24/04/2012. Il concerto di Sassari ha visto tra gli altri l’esibizione della celebre violinista Anna Tifu.

Sempre in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, Istruzione e Beni Culturali della R.A.S. nel febbraio 2012 è stata realizzata la conferenza concerto “Omaggio a Gavino Gabriel” allo scopo di analizzare la complessa fisionomia dell'intellettuale sardo Gavino Gabriel, compositore, pioniere nel campo dell'etnomusicologia, dell'etnofonia e dell'educazione musicale nonché fondatore della Discoteca di Stato.

La conferenza si è avvalsa della partecipazione della Prof.ssa Lara Sonja Uras  (musicologa docente di Storia della Musica del Conservatorio di Sassari), del Prof. Emiliano Giannetti, (compositore docente di letteratura Poetica e Drammatica Conservatorio di Sassari), della Prof.ssa Paola Cossu, (pianista e musicologa) del Prof. Antonio Marongiu, ( compositore, docente di Cultura musicale generale ed Analisi del Conservatorio di Sassari) del Prof. Antonio Deiara, (musicista, supervisore B.F.D. biennio specializzazione docenti Conservatorio di Sassari) e del Prof. Nicola Tanda, (docente Università agli studi di Sassari). L’Associazione, opera costantemente nella formazione musicale, organizza ad Alghero, annualmente, il Master Internazionale di Perfezionamento per Strumenti a Fiato ”Riviera del Corallo” Alghero, i  suoi Corsi Internazionali di Alto Perfezionamento costituiscono la prima iniziativa didattico-artistica che prevede la presenza contemporanea di allievi e docenti  provenienti da  diversi Conservatori di Musica d’Italia ed Europa (Sassari, Milano, Alessandria, Cuneo, Vienna). Utilizzando strategie metodologico-didattiche innovative si favorisce  la formazione musicale dei giovani artisti, docenti e solisti di domani tramite lo “scambio di studenti” tra le Master Classes di altissimo livello che si svolgono in Europa e nel Mondo. I Docenti portano in Sardegna un gruppo di propri allievi; i ragazzi della Sardegna, con le stesse modalità e condizioni, possono frequentare le Master Classes degli stessi Docenti  in tutto il Mondo. Si valorizzano in questo modo le strutture ricettive del territorio regionale  coinvolgendo Comuni e le Provincie. Di fondamentale importanza le sinergie con i Conservatori di Musica “L. Canepa” di Sassari e “G.P. da Palestrina” di Cagliari,e le Scuole Civiche di Musica.

 



Contatore visite:



Sito realizzato da Corrado Carboni